Trasferimento

Con trasferimento ad altro fondo pensione si intende la possibilità di "spostare" l’intera posizione individuale maturata nel fondo pensione di appartenenza presso una qualsiasi altra forma pensionistica complementare.

Il trasferimento consente di proseguire il percorso previdenziale senza interruzioni: l’anzianità nel sistema della previdenza complementare inizia dalla data della prima adesione.

Aderente settore privato

Partecipazione al fondo pensione per un periodo minimo di due anni, o prima di tale periodo in caso di perdita dei requisiti di partecipazione (per l’aderente a un fondo pensione chiuso per esempio nel caso di cessazione dell’attività lavorativa).

Col trasferimento vengono trasferite l’intera posizione individuale maturata senza applicazione di tassazione e l’anzianità d’iscrizione acquisita alla previdenza complementare.

Compilazione del modulo previsto dal singolo fondo pensione messo a disposizione sul relativo sito web e consegna di tutti i documenti richiesti.

Il trasferimento deve essere richiesto al fondo pensione dal quale si intende trasferire il capitale ad altro fondo pensione. Il trasferimento è un diritto e non può essere ostacolato né possono esserci limiti al suo esercizio.

Importante: ti invitiamo a verificare il modulo di richiesta del fondo pensione di riferimento per la lista completa dei documenti da allegare.

  • Se nell’attuale fondo pensione di appartenenza hai diritto al contributo a carico del datore di lavoro, è opportuno verificare se lo stesso contributo verrà versato anche alla nuova forma pensionistica complementare, prima di spostare la tua posizione.
  • Non tutti i fondi pensione sono uguali: ti consigliamo di consultare con attenzione la relativa documentazione per comprendere le caratteristiche della forma pensionistica complementare a cui intendi trasferire la tua posizione.

Aderente settore pubblico iscritto a un fondo pensione chiuso

Partecipazione al fondo pensione per un periodo minimo di tre anni per il trasferimento verso un fondo pensione chiuso o di cinque anni per il trasferimento verso un fondo pensione aperto o PIP, o prima di tale periodo in caso di perdita dei requisiti di partecipazione (per l’aderente a un fondo pensione chiuso per esempio nel caso di cessazione dell’attività lavorativa).

Col trasferimento vengono trasferite l’intera posizione individuale maturata senza applicazione di tassazione e l’anzianità d’iscrizione acquisita alla previdenza complementare.

Compilazione del modulo previsto dal singolo fondo pensione messo a disposizione sul relativo sito web e consegna di tutti i documenti richiesti.

Il trasferimento deve essere richiesto al fondo pensione dal quale si intende trasferire il capitale ad altro fondo pensione. Il trasferimento è un diritto e non può essere ostacolato né possono esserci limiti al suo esercizio.

Importante: ti invitiamo a verificare il modulo di richiesta del fondo pensione di riferimento per la lista completa dei documenti da allegare.

  • Se nell’attuale fondo pensione di appartenenza hai diritto al contributo a carico del datore di lavoro, è opportuno verificare se lo stesso contributo verrà versato anche alla nuova forma pensionistica complementare, prima di spostare la tua posizione.
  • Non tutti i fondi pensione sono uguali: ti consigliamo di consultare con attenzione la relativa documentazione per comprendere le caratteristiche della forma pensionistica complementare a cui intendi trasferire la tua posizione.