Prestazioni post pensionamento

Aderente settore privato

Una volta raggiunta l’età pensionabile puoi richiedere la prestazione pensionistica con un’adesione minima di cinque anni al fondo pensione.

Puoi scegliere tra due possibilità:

  • farti erogare l’intera posizione maturata sotto forma di rendita vitalizia
  • farti erogare fino al 50% dell’importo sotto forma di capitale e la restante parte in rendita vitalizia

L’importo della prestazione pensionistica è stabilito sulla base della posizione individuale maturata, determinata a sua volta dai contributi versati, dai rendimenti della gestione finanziaria e dai costi di amministrazione del fondo pensione.

Per ottenere la conversione del capitale in rendita si applicano dei coefficienti che tengono conto di diversi elementi, quali l’aspettativa media di vita, il sesso (solo per i fondi pensione di tipo chiuso), l’età al momento della richiesta di erogazione della prestazione e la tipologia della rendita pensionistica scelta. Nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione di almeno il 70% del montante finale sia inferiore al 50% dell’assegno sociale dell’anno di riferimento, potrai sempre scegliere di avere liquidata l’intera posizione maturata in forma di capitale.

Se al momento della richiesta di prestazione pensionistica non puoi vantare un’adesione minima di cinque anni al fondo pensione, puoi richiedere il riscatto dell’intera posizione individuale maturata.

Attenzione:

  • Il riscatto per pensionamento prevede un’aliquota di tassazione più alta rispetto a quella prevista per la prestazione pensionistica.
  • Puoi decidere se iniziare a percepire la prestazione pensionistica complementare o proseguire la contribuzione anche oltre il raggiungimento dell’età pensionabile, continuando a beneficiare della deduzione degli eventuali contributi versati.

Aderente settore pubblico iscritto a un fondo pensione chiuso

Una volta raggiunta l’età pensionabile puoi richiedere la prestazione pensionistica con un’adesione minima di cinque anni al fondo pensione.

Puoi scegliere tra due possibilità:

  • farti erogare l’intera posizione maturata sotto forma di rendita vitalizia
  • farti erogare fino al 50% dell’importo sotto forma di capitale e la restante parte in rendita vitalizia

L’importo della prestazione pensionistica è stabilito sulla base della posizione individuale maturata, determinata a sua volta dai contributi versati, dai rendimenti della gestione finanziaria e dai costi di amministrazione del fondo pensione. Per ottenere la conversione del capitale in rendita si applicano dei coefficienti che tengono conto di diversi elementi, quali l’aspettativa media di vita, il sesso, l’età al momento della richiesta di erogazione della prestazione e la tipologia della rendita pensionistica scelta. Nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione del 50% del montante finale sia inferiore al 50% dell’assegno sociale dell’anno di riferimento, potrai sempre scegliere di avere liquidata l’intera posizione maturata in forma di capitale.

Se al momento della richiesta di prestazione pensionistica non puoi vantare un’adesione minima di cinque anni al fondo pensione, puoi richiedere il riscatto dell’intera posizione individuale maturata.

Attenzione:

  • Il riscatto per pensionamento prevede un’aliquota di tassazione più alta rispetto a quella prevista per la prestazione pensionistica.
  • Puoi decidere se iniziare a percepire la prestazione pensionistica complementare o proseguire la contribuzione anche oltre il raggiungimento dell’età pensionabile, continuando a beneficiare della deduzione degli eventuali contributi versati.

Avvertenze

Ti invitiamo a prendere visione della documentazione specifica sulle prestazioni e della Nota informativa del singolo fondo pensione.