News

Pensplan è costantemente attiva nell'attività di promozione e sensibilizzazione della previdenza complementare nei confronti della popolazione regionale. In questa sezione puoi trovare tutti gli aggiornamenti in merito ad avvisi e scadenze, eventi e comunicati stampa.

Variazioni e novità contrattuali

Variazioni e novità contrattuali dal 1° luglio 2020

Cemento, calce, gesso (industrie)

L’accordo del 29 maggio 2019 ha previsto una serie di importanti novità. Innanzitutto, un progressivo incremento della contribuzione a carico del datore di lavoro, che dal 1° luglio 2020 aumenta di 0,15% passando dal 1,90% al 2,05%. Inoltre, è già previsto un aumento con decorrenza 1° luglio 2021, sempre pari allo 0,15%. L'aliquota contributiva a carico del lavoratore, rimarrà ferma all'1,40% della retribuzione utile per il calcolo del TFR.
L’ulteriore novità con decorrenza 1° luglio 2020 riguarda coloro che non sono iscritti al fondo nazionale di settore denominato “Concreto” (o ad altro fondo complementare al quale il datore di lavoro versi contribuzione, o sia stato richiesto di accantonare quote di TFR). Questi lavoratori verranno iscritti a Concreto con un contributo fisso mensile pari a 5 € a carico dell'azienda, salvo espressa volontà contraria da parte dei lavoratori stessi. In caso di iscrizione obbligatoria, nel momento in cui il lavoratore attivi la contribuzione ordinaria a proprio carico, nonché la quota di TFR, avrà automaticamente diritto alla quota contributiva a carico dell’azienda, in sostituzione del contributo fisso mensile.

Scarica il contratto Cemento, calce, gesso (industrie) in formato PDF (Acrobat)

Elettrici

In data 9 ottobre 2019 è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo con la quale si prevede che, a decorrere dal 1° luglio 2020, le aziende verseranno ai fondi di previdenza complementare operanti nel settore, ad incremento della misura della contribuzione a carico del datore di lavoro, un importo aggiuntivo di 5€ per ogni mensilità, salvo diversa destinazione da definire a livello nazionale (associativo/aziendale) entro il 30 giugno 2020.

Scarica il contratto Elettrici in formato PDF (Acrobat)

Energia e petrolio

Con l’accordo di rinnovo del 19 settembre 2019 CONFINDUSTRIA ENERGIA e le OO.SS. hanno convenuto di potenziare la previdenza complementare privilegiando i lavoratori con minore anzianità aziendale.
Tale proposito si concretizzerà nel seguente incremento della contribuzione datoriale, con decorrenza dal 1° luglio 2020:

  • per gli assunti con anzianità contributiva INPS ante 1/1/1996: incremento da 2,65% a 2,725%
  • per gli assunti con anzianità contributiva INPS post 31/12/1995: incremento da 2,65% a 2,775%

Qualora le quote a carico azienda siano già superiori (ad es. a seguito di accordi aziendali) si applicheranno rispettivamente gli incrementi di: 0,075% e di 0,125% sulla quota contributiva a carico aziendale già applicata.
La misura della contribuzione a carico del lavoratore rimane invariata, pari al 2% della retribuzione utile ai fini del TFR.
Infine, con l’art. 42/bis relativo alla mobilità internazionale, è stato specificato che i lavoratori assegnati all'estero rimarranno iscritti al fondo di previdenza complementare.

Scarica il contratto Energia e petrolio in formato PDF (Acrobat)

Gas e acqua (FEDERUTILITY/ANFIDA)

Sulla base dell’accordo del 7 novembre 2019, a decorrere da luglio 2020 la quota destinata ai finanziamento del welfare contrattuale di settore è incrementata di un importo ulteriore pari a 5 € per ogni mensilità.
La ripartizione della suddetta quota tra l'incremento della contribuzione a carico azienda in favore dei lavoratori iscritti ai fondi di previdenza complementare negoziali di settore ed il finanziamento di altri istituti di welfare contrattuale, sarà oggetto di accordo tra le parti sottoscrittrici.

Scarica il contratto Gas e acqua (Federutility/Anfida) in formato PDF (Acrobat)

Laterizi e manufatti in cemento (industria)

L’accordo del 30 settembre 2019 ha previsto che a partire dal 1° luglio 2020 la contribuzione a carico delle aziende venga aumentata dall’attuale 1,7% all’1,8% del valore cumulato di minimi, contingenza, Edr, indennità quadri.
La misura del contributo a carico del lavoratore rimane invariata al 1,5% sulla stessa base imponibile.

Scarica il contratto Laterizi e manufatti in cemento (industria) in formato PDF (Acrobat)

     
> Per maggiori informazioni scarica le "schede contratto" (in formato PDF) e visita la sezione Osservatorio contrattuale

Pensplan