I vantaggi della previdenza complementare

L’adesione a una forma di previdenza complementare offre molti vantaggi:


integrazione pensione

Integrazione della pensione obbligatoria

La previdenza complementare consente di integrare il “gap pensionistico” rispetto all’ultimo reddito percepito e migliora quindi le prospettive future.


benefici fiscali

Benefici fiscali

I contributi versati alla previdenza complementare sono deducibili dal reddito complessivo fino a un limite massimo di 5.164,57 €. I rendimenti e le prestazioni pensionistiche sono tassate con un’aliquota vantaggiosa.


contribuzione datore di lavoro

Contribuzione da parte del datore di lavoro
(nel caso di lavoro dipendente)

La quota a carico dell’azienda va persa in caso di mancata adesione a un fondo pensione.


trasparenza e affidabilità

Vigilanza, trasparenza e controllo

Il risparmio in una forma di previdenza complementare è tutelato da un insieme di regole e dalla vigilanza di apposite autorità e organismi a favore degli iscritti.


flessibilità

Flessibilità

Nella fase di contribuzione, quindi prima del pensionamento, è possibile rientrare in possesso, in tutto o in parte, di quanto versato e dei rendimenti ottenuti.


rendimenti

Rendimenti

Nel 2017 il rendimento medio per gli aderenti residenti in Regione è stato del 2,5%, mentre il TFR si è rivalutato, al netto dell’imposta sostitutiva, dell’1,7%. Su un orizzonte temporale più lungo (ultimi 10 anni) il dato di rendimento medio per le linee bilanciate dei fondi pensione istituiti in Regione sale invece al 3,8% annuo rispetto al 2,1% della rivalutazione del TFR nello stesso periodo.


sostegno della Regione

Sostegno della Regione

La Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol sostiene i cittadini nella costruzione di un'adeguata copertura previdenziale. Le categorie di intervento sono: difficoltà economica, omissioni contributive, aderenti fondi pensione non convenzionati, assistenza figli, assistenza familiari non autosufficienti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni, persone casalinghe.


Non pignorabilità o sequestrabilità della posizione individuale

Non pignorabilità/sequestrabilità della posizione individuale

La tua posizione di previdenza complementare è intangibile nella fase di accumulo, cioè non aggredibile da parte dei creditori. Le prestazioni pensionistiche sia in rendita che in capitale liquidate dai fondi pensione sono soggette agli stessi limiti previsti in materia di cedibilità, sequestrabilità e pignorabilità per la pensione obbligatoria.


Non pignorabilità o sequestrabilità della posizione individuale

Possibilità di designazione dei beneficiari in caso di decesso

La tua posizione maturata presso il fondo pensione non va mai perduta, anche nel caso dovessi venire meno prima del pensionamento. Al momento della richiesta di prestazione pensionistica sarai tu invece a decidere quale forma di rendita scegliere e quindi cosa succederà al momento del tuo decesso.


Non pignorabilità o sequestrabilità della posizione individuale

Progetto Casa

Le Province di Bolzano e di Trento ti aiutano a realizzare il sogno di una casa di proprietà con un sostegno concreto, incentivando allo stesso tempo la costruzione di una previdenza complementare.