News

Pensplan è costantemente attiva nell'attività di promozione e sensibilizzazione della previdenza complementare nei confronti della popolazione regionale. In questa sezione puoi trovare tutti gli aggiornamenti in merito ad avvisi e scadenze, eventi e comunicati stampa.

Variazioni e novità contrattuali

Variazioni e novità contrattuali con decorrenza 1° giugno/1° luglio 2018

Metalmeccanica (piccola e media impresa)

Con l’accordo per il rinnovo del contratto sottoscritto in data 3 luglio 2017 è stato previsto un progressivo aumento della contribuzione datoriale:

  • all'1,80% con decorrenza 1° giugno 2018;
  • al 2,00% con decorrere 1° gennaio 2020.

Inoltre, con l’accordo sul welfare aziendale del 20 febbraio 2018 è stata espressamente prevista la possibilità di destinare i 150€ di benefit stabiliti per il 2018, 2019 e 2020, al fondo di previdenza complementare, anche per un solo anno.

Gomma e plastica (industrie)

A decorrere dal 1° giugno 2018 i contributi paritetici al fondo di previdenza complementare sono stabiliti nella misura dell'1,56% della retribuzione annua utile per il calcolo del trattamento di fine rapporto.

Telecomunicazioni

A decorrere dal 1° luglio 2018 le Aziende attiveranno a beneficio dei lavoratori dipendenti strumenti di welfare esigibili fino a totale concorrenza di 120€. I lavoratori potranno destinare la predetta somma al fondo di previdenza complementare.

Ceramica e abrasivi (industrie)

Con l’accordo di rinnovo del 16 novembre 2016 è stato previsto l’incremento dell’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro con esclusivo riferimento agli addetti all’industria delle imprese produttrici di grès ceramico e porcellanato, mosaico ceramico, piastrelle e pezzi speciali di ceramica per rivestimenti e pavimenti, refrattari di qualsiasi specie, levigatura, rifinitura e taglio di tutti i prodotti.
Il contributo datoriale passa dal 1,9% al 2,1% della retribuzione utile ai fini del calcolo del TFR.

Legno, arredamento (piccola e media impresa)

L’accordo di rinnovo sottoscritto in data 18 aprile 2017 ha previsto un ulteriore aumento della contribuzione a carico delle aziende.
Con decorrenza 1° luglio 2018 l’aliquota del contributo datoriale sale dall’1,9% al 2%, rimanendo invariato il contributo a carico dell’iscritto fissato al 1,3% della retribuzione utile ai fini del calcolo del TFR.
Si ricorda che la contribuzione assorbirà, fino a concorrenza, eventuali contribuzioni derivanti da accordi territoriali e/o aziendali.

   
Per maggiori informazioni scarica le "schede contratto" (in formato PDF) nella sezione Osservatorio contrattuale